Città di Vico EquenseCittà di Vico Equense

Notte Europea dei Musei

A Vico Equense un sabato sera d’arte e cultura

Passare un sabato sera diverso, all’insegna della cultura e della riscoperta dei beni della città. L’amministrazione Comunale del Sindaco Andrea Buonocore, in collaborazione con gli Istituti Comprensivi “Costiero” e “Filippo Caulino”, ha organizzato un’apertura straordinaria che consentirà un’insolita ed emozionante fruizione notturna del museo Archeologico Silio Italico nello storico Palazzo Comunale in Corso Filangieri, che raccoglie i reperti archeologici ritrovati fin dagli anni Sessanta in via Cortile e via Nicotera. Tre stanze e otto vetrine per circa 200 reperti di varie civiltà (greca, etrusca e italica). Il MAAAM, Museo Aperto Antonio Asturi, presso la nuova Casa Comunale in via Luigi De Feo. Nel Museo inaugurato il 20 maggio dell’anno scorso, a trent’anni dalla morte del pittore, sono collocate circa 40 opere dell’artista donate dagli eredi dello stesso. Si tratta della realizzazione di un percorso museale diffuso all’interno della nuova casa comunale, con l’obiettivo di avvicinare l’arte a tutta la popolazione, annullando le distanze culturali e sociali che ne limitano a poche categorie la conoscenza. Il Museo Mineralogico Campano, ospitato al primo piano del complesso seicentesco della Santissima Trinità e Paradiso, comprende più di 5.000 minerali di oltre 1.400 specie provenienti da molte regioni del mondo e ne espone più di 3.500; una sezione è dedicata ai cristalli di quarzo, ai minerali dell’area vesuviana, alle gemme intagliate e ai meteoriti. La sezione paleontologica raccoglie circa 200 fossili con interessanti reperti di dinosauri donati dal dottor Philip Currie, uno dei più grandi esperti in materia. Sono presenti anche rettili come il mesosauro, il notosauro e il modello scientifico di Ciro, il piccolo dinosauro carnivoro del beneventano. È visibile infine anche la sezione antropologica con circa 50 reperti litici (asce, punte di freccia ecc.) degli uomini primitivi risalenti anche a oltre 80.000 anni fa, trovati nel Nordafrica. Oltre ai Musei saranno aperti la Chiesa dell’Arciconfraternita dell’Assunta in via Monsignor Natale, poco prima del Largo dei Tigli, con un altare ligneo ricoperto di perline e coralli di fattura settecentesca fatto restaurare da Susanna Agnelli e dal senatore Mario D’Urso con il finanziamento della Banca Europea per gli investimenti e la Chiesa della Santissima Annunziata uno dei pochi esempi di architettura gotica campana. Al primo posto nella classifica tra le chiese più belle della regione e tra le dieci chiese d’ Italia.

Premio Capo d’Orlando 2017

Venerdì 5 maggio 2017, ore 18.00, sala convegni del Castello Giusso, tra gli insigniti il Nobel per la fisica Serge Haroche.

Vico Equense – Sarà Serge Haroche,* premio Nobel per la Fisica nel 2012, l’ospite d’onore della diciannovesima edizione del premio scientifico internazionale “Capo d’Orlando”organizzato dal Museo Mineralogico Campano – Fondazione Discepolo. Il riconoscimento, che si avvale del patrocinio del Comune di Vico Equense, dell’Azienda Cura, Soggiorno e Turismo, dell’Università Federico II, della Regione Campania con il contributo dell’Istituto Banco di Napoli fondazione, sarà attribuito nello storico Castello Giusso venerdì 5 maggio, alle ore 18*. Nel corso della manifestazione, si alterneranno conferenze e interventi dei premiati delle
varie sezioni, a partire proprio da *“Fisica quantistica: curiosità e potenzialità”, di cui parlerà per l’appunto lo scienziato francese Serge
Haroche che insieme a David Windeland ha ricevuto l’ambita onorificenza per le loro ricerche sulle interazioni tra luce e materia, aprendo le porte a una nuova era di sperimentazione. Grazie ai loro studi e alle loro tecniche in futuro si potrebbero costruire i computer quantistici. In particolare il Nobel a Haroche è stato assegnato per “aver dimostrato l’osservazione diretta di particolari particelle quantistiche senza distruggerle”. A ritirare le targhe d’argento raffiguranti un pesce fossile del cretaceo rinvenuto circa duecento anni fa a Capo d’Orlando, interverranno anche altre personalità. Per la sezione dedicata alla “Divulgazione” sarà
premiato Bruno Arpaia, scrittore e giornalista. Il riconoscimento per la sezione “Management culturale” andrà invece a *Mauro Felicori,direttore della Reggia di Caserta. Per la “Comunicazione Multimediale” il premio sarà consegnato a Luca Paolazzi del centro studi di Confindustria. Il riconoscimento per “Scienza e Industria” sarà ritirato da *Luigi Lazzareschi*, amministratore delegato Sofidel SpA. La manifestazione sarà coordinata da *Manuela Arata*, ideatrice del “Festival della Scienza” di Genova e presieduta da *Gaetano Manfredi,*rettore dell’Università “Federico II” di Napoli. Il Premio “Capo d’Orlando” è intitolato alla località di Vico Equense dove nel XIX secolo furono rinvenuti pesci fossili del cretaceo ora esposti in vari musei europei.

Pizza a Vico 3 – 4 – 5 aprile 2017

L’evento

Promosso dall’Amministrazione Comunale di Vico Equense in collaborazione con l’Associazione Pizza a Vico e i tanti altri maestri pizzaioli e i produttori locali,  Pizza  a Vico ripercorre il cammino tracciato dalla più famosa e longeva “Festa a Vico” dello chef Gennaro Esposito per porre un altro tassello al riconoscimento della eccellenza culinaria di questo territorio.La festa che vedrà protagoniste 23 Pizzerie espressione della migliore qualità e dei migliori prodotti del territorio coniugherà sapori, profumi, arte e tradizioni. Dalla famosa  pizzeria “da Gigino Pizza a Metro” alle altre popolarissime pizzerie del centro e delle borgate collinari, sarà anche l’occasione per la condivisione di un disciplinare di produzione della Pizza di Vico Equense quale “unicum” territoriale.

L’incasso sarà interamente devoluto in beneficenza per acquistare strumentazione ai presidi ospedalieri locali e agli ambulatori e per la ricerca.“Siamo fieri di poter lavorare al fianco e a sostegno dei migliori interpreti della ristorazione cittadina. Vico Equense negli ultimi anni si è distinta per le molteplici produzioni di qualità legate alla terra e per la sensibilità che i “maestri” del territorio hanno avuto nel sapere trasformare queste eccellenti materie prime. Continuiamo con “Pizza a Vico” sul percorso delineato per la valorizzazione e tutela delle produzioni locali e il miglioramento della qualità della offerta turistica ristorativa della nostra cittadina”. Il Sindaco Andrea Buonocore.

Il programma

La festa si terrà nel centro cittadino di Vico Equense, per l’occasione chiuso al traffico veicolare e si articolerà in tre serate nei giorni 3 – 4 – 5 aprile dalle 18.00 alle 23.00 dedicati interamente alla maestria dei pizzaioli locali. A corollario della manifestazione, realizzazioni casearie e degustazioni, momenti di intrattenimento musicale, animazione e laboratori creativi per i più piccoli. www.pizzaavico.it

Le pizzerie

1 AL BUCO
2 all’ANGOLO
3 ANTICO FORNO da Michele
4 CERASE’
5 Covo del Buongustaio
6 CUORE DI PIZZA
7 da CARDONE
8 da FRANCO
9 da GIGHETTO
10 da Giovanni
11 FRATE COSIMO
12 IL CASALE DEL GOLFO
13 IL CAVALLINO
14 La Piazzetta
15 MA CHE BONTA’
16 MORDI E FUGGI
17 OASI SALTIMBOCCA
18 Pizza a Metro
19 PIZZA TAXI
20 Saporì
21 TERRA MIA
22 TITOS
23 TORRE FERANO

1 2 3 23