Città di Vico EquenseCittà di Vico Equense

Antonio Asturi (Vico Equense, 2 novembre 1904Vico Equense, 3 gennaio 1986) è stato un pittore italiano.

Artista autodidatta, dopo una breve esperienza futurista che definì come una sbandata, restò fedele alla pittura figurativa, profondamente influenzato dalla personalità del maestro napoletano Antonio Mancini.

Antonio Mancini posò per lui nel 1930 poco prima della sua morte e restò talmente entusiasta che controfirmò il ritratto: Evviva chi l’ha fatto. Elegante ritrattista, raffigurò anche Vincenzo Migliaro, che controfirmò il suo ritratto con un Lusingato! Così come il filosofo Benedetto Croce, Salvador Dalí, Filippo Marinetti, James Ensor, Arturo Tosi, Giorgio De Chirico, Luigi Einaudi, Arturo Toscanini, Giovanni Papini . Oltre agli oli, usò molto tempera, china e sanguigna. Tra i temi preferiti oltre ai ritratti, le splendide maternità. Il 20 maggio 2016 è stato inaugurato il MAAAM (Museo Aperto Antonio Asturi), nel quale sono collocate circa 40 opere dell’artista donate dagli eredi dello stesso. Il MAAAM è curato dallo storico dell’arte Nicola Barbatelli, lo studioso che ha anche disciplinato il primo catalogo ragionato a trent’anni dalla morte. Nel comune era già stata intitolata una strada in nome del maestro.


Contatti: 0818019530  Email: turismo.cultura@vicoequense.gov.it