Città di Vico EquenseCittà di Vico Equense

Notte Europea dei Musei

A Vico Equense un sabato sera d’arte e cultura

Passare un sabato sera diverso, all’insegna della cultura e della riscoperta dei beni della città. L’amministrazione Comunale del Sindaco Andrea Buonocore, in collaborazione con gli Istituti Comprensivi “Costiero” e “Filippo Caulino”, ha organizzato un’apertura straordinaria che consentirà un’insolita ed emozionante fruizione notturna del museo Archeologico Silio Italico nello storico Palazzo Comunale in Corso Filangieri, che raccoglie i reperti archeologici ritrovati fin dagli anni Sessanta in via Cortile e via Nicotera. Tre stanze e otto vetrine per circa 200 reperti di varie civiltà (greca, etrusca e italica). Il MAAAM, Museo Aperto Antonio Asturi, presso la nuova Casa Comunale in via Luigi De Feo. Nel Museo inaugurato il 20 maggio dell’anno scorso, a trent’anni dalla morte del pittore, sono collocate circa 40 opere dell’artista donate dagli eredi dello stesso. Si tratta della realizzazione di un percorso museale diffuso all’interno della nuova casa comunale, con l’obiettivo di avvicinare l’arte a tutta la popolazione, annullando le distanze culturali e sociali che ne limitano a poche categorie la conoscenza. Il Museo Mineralogico Campano, ospitato al primo piano del complesso seicentesco della Santissima Trinità e Paradiso, comprende più di 5.000 minerali di oltre 1.400 specie provenienti da molte regioni del mondo e ne espone più di 3.500; una sezione è dedicata ai cristalli di quarzo, ai minerali dell’area vesuviana, alle gemme intagliate e ai meteoriti. La sezione paleontologica raccoglie circa 200 fossili con interessanti reperti di dinosauri donati dal dottor Philip Currie, uno dei più grandi esperti in materia. Sono presenti anche rettili come il mesosauro, il notosauro e il modello scientifico di Ciro, il piccolo dinosauro carnivoro del beneventano. È visibile infine anche la sezione antropologica con circa 50 reperti litici (asce, punte di freccia ecc.) degli uomini primitivi risalenti anche a oltre 80.000 anni fa, trovati nel Nordafrica. Oltre ai Musei saranno aperti la Chiesa dell’Arciconfraternita dell’Assunta in via Monsignor Natale, poco prima del Largo dei Tigli, con un altare ligneo ricoperto di perline e coralli di fattura settecentesca fatto restaurare da Susanna Agnelli e dal senatore Mario D’Urso con il finanziamento della Banca Europea per gli investimenti e la Chiesa della Santissima Annunziata uno dei pochi esempi di architettura gotica campana. Al primo posto nella classifica tra le chiese più belle della regione e tra le dieci chiese d’ Italia.

Torna Festa a Vico

Torna Festa a Vico, la kermesse enogastronomica ideata da Gennaro Esposito

Vico Equense – Ritorna dal 4 al 7 giugno Festa a Vico, uno degli appuntamenti più attesi dell’enogastronomia italiana. L’evento, nato nel 2003 da un’idea dello chef Gennaro Esposito, ogni anno segue un tema specifico senza mai perdere il suo spirito goliardico e informale. Quello di questa edizione è tutto racchiuso nel titolo “Non siamo di un altro mondo”. Il messaggio di quest’anno è diretto a tutti quei giovani che iniziano il loro percorso nel campo della cucina. La formula magica di Festa a Vico è “Fare bene il proprio mestiere”, senza risparmiarsi, e senza pensare a scorciatoie. Per qualche giorno avremo l’onore di avere i più importanti chef d’Italia nella nostra Città e ci arricchiremo della loro creatività. Si parte con la Repubblica del Cibo, la festa di piazza dedicata ai cuochi emergenti, con oltre 130 giovani chef che, domenica 4 giugno dalle 18 in poi, animeranno le vie del centro, in location insolite come le boutique, i fiorai, le botteghe di artigianato, le edicole del borgo. Lunedì 5 giugno invece si terrà la cena di beneficenza, realizzata da più di 20 chef per 200 commensali. Nomi del calibro di Chicco Cerea, Nino Di Costanzo, Salvatore Elefante, Valentino Marcattilii, Giancarlo Perbellini, Valeria Piccini, Fabio Pisani e Alessandro Negrini, Emanuele Scarello, Francesco Sposito, Mauro Uliassi e, naturalmente, il padrone di casa Gennaro Esposito, mentre il dessert a buffet sarà realizzato a cura dall’Accademia Maestri Pasticceri Italiani. Infine, martedì 7 giugno sarà ancora una volta “La notte delle stelle”, con piatti di oltre 100 chef stellati, la pizza dei maestri pizzaioli – fra cui le creazioni di Pizzeria Da Michele I Condurro, 50 Kalò di Ciro Salvo, Pizzeria Salvo Francesco&Salvatore, Gino Sorbillo, Franco Pepe di Pepe in Grani – e lo street food. A chiusura della serata e del festival, le performance dolci di oltre 20 chef pasticceri tra i migliori della ristorazione italiana. L’offerta minima è di 20 € che saranno destinati interamente alle associazioni e permette di assaggiare 5 piatti oltre ad avere diritto a una bottiglia d’acqua e un caffè oppure di assaggiare 4 piatti, degustare un calice di vino e avere diritto a una bottiglia d’acqua e un caffè. Per chi volesse partecipare alla cena di beneficenza, invece, la donazione minima è di 250 euro: è necessario però prenotare, dato i posti limitati. Oppure si può optare per la terza serata, con un’offerta di 120 euro, che saranno destinati sempre alle Onlus partecipanti.

Maggiori info su www.festavico.com/festavico2017/

 

“Le Verità” dal 27 aprile al cinema

Vedere il futuro e avere una seconda chance per cambiarlo. Questo è il destino del protagonista di“Le verità”, opera prima di Giuseppe Alessio Nuzzo con *Francesco Montanari, Nicoletta Romanoff, Fabrizio Nevola e Anna Safroncik  e la partecipazione straordinaria di Maria Grazia Cucinotta, Lino Guanciale, Yuri Napoli, Massimo Poggio, Roberta Scardola, Sergio Solli, Salvatore Misticone, Luigi Diberti e Renato Scarpa *nel ruolo del Professor Attanasio. Prodotto da *Pulcinella Film* in coproduzione il *Social World Film Festival*, “Le verità” è un thriller psicologico, ambientato tra Napoli e Vico Equense, caratterizzato da ambientazioni notturne, pioggia battente, personaggi misteriosi, che indurrà lo spettatore a domandarsi: Se fosse capitato a me, come avrei agito? Il film è distribuito da *Paradise Pictures e Stemo Production*.

SINOSSI

Tornato dall’India dopo un viaggio d’affari, il giovane imprenditore Gabriele Manetti sente che la sua vita sta per prendere una direzione diversa da quella che ha sempre avuto. Il suo mondo, le certezze che la sua
condizione sociale gli ha permesso di avere, lo stesso rapporto con la sua fidanzata e con i suoi amici non lo appagano più. Si accorge, però, di essere tornato dal viaggio anche con qualcos’altro: scopre, infatti, di
aver acquisito la capacità di “vedere” oltre le apparenze, di prevedere il futuro…

Le Verità

BACKSTAGE - TRAILER - CLIP "Le Verità"

1 2 3 24